0
Come ben sappiamo la paura di parlare in pubblico è nota come una delle più comuni tra le persone, e se cercherai nel web anche solo la parola Public Speaking ogni articolo ti confermerà questa affermazione.
Andiamo avanti allora, per capire in che modo puoi affrontare la “Paura” del giudizio, di sbagliare, di danneggiare la reputazione professionale creata in anni. Eh sì perchè il principale problema del Public Speaking, oltre a valorizzare le proprie abilità comunicative, ed a trasferire ciò che realmente desideriamo far arrivare, è riuscire a trasformare quello stato immobilizzante di paura in uno stato galvanizzante di energia !
Sicuramente uno degli aspetti più importanti riguarda la sicurezza in se stessi ed un approccio diverso nei confronti del giudizio.
Abbattere l’ansia da prestazione che si genera quando si è troppo pretenziosi, senza conoscere la tecnica è impossibile.
Ora però leggi attentamente questi 4 punti che ti aiuteranno a sentirti più centrato durante la tua performance in pubblico:
  1. Ciò che parte non è ciò che arriva, pertanto prestare molta attenzione a cosa voglio comunicare è necessario. A volte si perde il 60% di efficacia nella comunicazione tra 2 o più persone e ciò che vogliamo comunicare non sempre arriva all’interlocutore nel modo corretto . Ti è mai capitato di fare una domanda e di ricevere una risposta completamente differente? Immagino di si, in quel caso ciò sarà avvenuto a causa di un errore di comunicazione e lo si può risolvere solo attraverso un feed back, ma di questo ne parleremo al corso. Torniamo invece alla gestione dello stato d’animo, e qui introduco il secondo punto importante.
  2. Per avere più sicurezza libera la mente, ovvero focalizzati su ciò che vuoi trasmettere piuttosto che su come verrai percepito dal pubblico. A volte le domande che ci facciamo ci portano ad orientare i pensieri in direzioni opposte rispetto a quelle nelle quali vorremmo andare, amplificando stati di paura piuttosto che di certezza.
  3. In un discorso sono 3 i momenti essenziali e ognuno ha una sua caratteristica: decollo ovvero la fase di introduzione, volo la fase di spiegazione, atterraggio la chiusura. La parte iniziale del decollo è quella nella quale bisogna colpire la platea, durante il volo invece interessare con contenuti e alla fine atterrare lasciando un significato di tutto il nostro discorso.
  4. Rendi il tuo intervento unico e personalizzalo. Cerca perciò di arricchire il tuo vocabolario, portare spunti di riflessione, confermare con statistiche dati le tue affermazioni utilizzando schemi che rafforzano la tua opinione senza mai tralasciare l’ironia.
Ogni contesto ha le sue regole, perciò non ti resta che imparare la tecnica e allenarti, concentrato verso un obiettivo chiaro.
Se ti farà piacere guarda l’area corsi e troverai contenuti e date dei prossimi corsi di Public Speaking!
Buon lavoro a tutti e se vi è piaciuto questo articolo scrivetemi pure: clicca qui

Leave a Reply